• GEM Srl
    33100 Udine - Italy
    via Zanussi/ Z.I.U.
    Tel. 0432/524374
    Fax 0432/529977
    e-mail info@gemmatw.eu

24/11/2010

Viaggio studio sul tema della cremazione.

Si è svolto nelle giornate del 22 -23 Novembre un viaggio studio sul tema della cremazione organizzato da GEM Matthews International, nelle Fiandre, in Belgio, presso il crematorio di Sint Niklaas realizzato da GEM  due anni fa.  Il viaggio ha rappresentato una importante occasione di confronto tra i partecipanti (tra cui gestori di impianti, conduttori, responsabili comunali ed imprenditori del settore cremazione).

Nei due giorni sono stati affrontati diversi argomenti relativi sia agli aspetti tecnici che agli  aspetti etici, legati alla cerimonia ed al rito della cremazione.

Inoltre è stata l’occasione per una visita nella città di Gand, antica Capitale delle Fiandre e il cui centro storico è di grande interesse culturale.

Il crematorio di Sint Niklaas, situato tra Gand e Anversa, è stato inaugurato il 18 settembre 2008. L’impianto realizzato da un consorzio intercomunale che raggruppa una cinquantina di Comuni per un bacino di utenza di circa un milione di abitanti, rappresenta una delle realizzazioni tecnicamente più avanzate realizzate in Europa e coniuga la raffinatezza tecnologica (rispetto dell’ambiente, impatto visivo con l’ambiente circostante, rispetto delle restrittive emissioni gassose e sonore, efficacia e il rendimento tecnologico ed impiantistico) con la struttura e le esigenze architettoniche di un crematorio unico per la tecnologia applicata e per immagine ed i servizi  offerti. La struttura principale, di concezione moderna e razionale, racchiude al suo interno, oltre a 3 sale del commiato di diversa dimensione e attrezzate a seconda del tipo di rito che si intende effettuare, una ampia area ristorazione, un bar e alcune sale di attesa. La grande sala di ristorazione presenta la possibilità di essere adattata e divisa in altre sale più piccole a seconda delle necessità e delle richieste dei parenti del defunto.

L’impianto crematorio è costituito da tre linee di cremazione che per design, linearità, tecnologia applicata costituiscono un punto di riferimento nel settore.

Nel corso della prima giornata i partecipanti sono stati accolti presso la struttura adibita alla accoglienza ed alla ristorazione dell’impianto dove hanno potuto consumare il pranzo.

La presentazione del crematorio e dei servizi offerti è stata svolta dal direttore  Kris Coenegrachts.

 

Secondo l’idea progettuale di base l’impianto rappresenta un esempio di  “Crematorio Etico”, ovvero quel luogo dove la famiglia ed i parenti possono rendere l’ultimo saluto all’estinto beneficiando della pace e della serenità che è assicurata dall’atmosfera delle sale del commiato, equipaggiate da sistemi audio/video, accompagnare il feretro fino all’area tecnica se desiderato per l’ultimo saluto. La struttura offre anche la possibilità di riunire le famiglie in ampi spazi dedicati dove potersi raccogliere in una delle discrete e accoglienti sale a disposizione, in attesa della consegna delle ceneri. La Consegna  delle ceneri è un momento rituale molto enfatizzato ed avviene in tempi molto brevi e comunque non oltre le 2 ore di attesa.

 

Gli impianti possono eseguire in un ciclo lavorativo fino a 18 cremazioni al giorno per un totale di 2500 cremazioni eseguite nell’ultimo anno di attività. La percentuale di cremazione nel bacino di utenza è del 50%. Impressionanti invece i dati relativi alle visite registrate a Sint Niklaas, vi si recano circa 250mila persone all’anno, i coperti nella zona ristorazione/bar ammontano a circa 100mila. I dipendenti impiegati, tra tecnici , personale di servizio ed impiegati sono circa 20.

Interessante l’aspetto tariffario; il  prezzo per la cremazione, con consegna dell’urna dopo due ore è di 450 euro; l’uso dei servizi accessori è previsto con prezzi aggiuntivi,  se si desidera utilizzare, per esempio, una delle sale del commiato il prezzo è di 150 euro. Nella vicina Olanda le tariffe praticate sono per la sola cremazione, tre volte superiori.

Il crematorio è immerso in una vasta area verde che racchiude il cimitero oltre che un edificio dedicato all’accoglienza dei parenti del defunto, prima, durante e dopo la cremazione.

Tutte le soluzioni tecniche sono state pensate, progettate e realizzate per ridurre al minimo l’impatto ambientale sia all’interno degli impianti sia all’esterno delle strutture, il risultato è un edificio che si inserisce perfettamente in uno splendido e tranquillo contesto naturale. Per ottenere il particolare design della struttura i sistemi di trattamento dei gas di combustione sono stati posti in posizione rialzata, in modo da ottimizzare lo spazio che occupano e ridurre nel contempo impatto visivo ed acustico. Ogni linea di cremazione è completa di un sistema di recupero energetico del calore che contribuisce considerevolmente alla riduzione delle emissioni di CO oltre che alla riduzione del riscaldamento globale.

Il calore recuperato viene utilizzato per il riscaldamento degli edifici che racchiudono le aree comuni e tecniche.

        

Fondamentale è l’assoluta garanzia di decoro assicurata nel corso dell'intero processo di cremazione e la massima sicurezza ed igiene in tutte le fasi di cremazione (dalla introduzione della salma al prelievo delle ceneri al loro inserimento finale nell’urna).

La meticolosa attenzione e sensibilità che è stata utilizzata per ideare e progettare l’impianto consente, qualora richiesto dai parenti, di presenziare nell’area tecnica per poter assistere personalmente oppure  per mezzo di sistema CCTV  all’inserimento del feretro nel forno.

La silenziosità di funzionamento durante tutto il processo di cremazione è ottenuta grazie agli accorgimenti tecnici utilizzati.